La telemedicina cardiologica nelle medicina generale:

  • Favorisce l’erogazione ubiquitaria dell’assistenza attraverso la fruizione dei servizi di telediagnosi e teleassistenza cardiologica anche ai cittadini distanti dalle strutture sanitarie o impossibilitati ad accedervi per condizioni di fragilità.
  • Realizza il collegamento interattivo tra medici attraverso la condivisione dinamica e in tempo reale di informazioni e tracciati diagnostici.
  • Rende possibile la gestione integrata delle malattie croniche cardiovascolari permettendo la dimissione precoce, la continuità di cura, il monitoraggio e la prevenzione degli eventi acuti, il controllo degli accessi impropri al pronto soccorso e il controllo dei ricoveri impropri

Un ventaglio di servizi per il cliente

ECG
Holter Cardiaco
Holter Pressorio
Event Recording

Regolamentazione della telemedicina nell’ambito della medicina generale

In seguito all’approvazione della conferenza Stato Regioni delle linee di indirizzo nazionali per l’uso delle Telemedicina in data 20 febbraio 2014 , FIMMG ( Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) pubblica un codice di autoregolamentazione che vuole rappresentare una prima applicazione delle stesse linee guida fornendo un modello cui il MMG può attenersi con l’obiettivo di dare certezza giuridica ed implementativa ad operatori e pazienti.
In particolare vengono affrontati alcuni temi fondamentali quali :

Le operazioni sui dati personali e sanitari del cittadino, che rientrano tra i trattamenti di dati sensibili effettuati mediante strumenti elettronici, regolati dalle disposizioni del D.Lgs.196/2003, dal relativo allegato B e dalle successive direttive tecniche dell’autorità italiana ed europea. Il cittadino dovrà pertanto essere informato sulle modalità di trattamento dei dati e loro finalità e il fornitore dei servizi dovrà mettere a disposizione dei medici fruitori quanto necessario per informare in modo compiuto i loro pazienti.

I requisiti del fornitore di tecnologia diagnostica e dei dispositivi medici, che devono rispondere alla legislazione corrente in materia di sicurezza ed efficacia come definito nelle direttive comunitarie per la certificazione e relative linee guida ed agli standard di qualità internazionali (ad es ISO, UNI).

I rapporti tra centri e medici erogatori e medici fruitori, che devono essere conformi al codice deontologico medico e alle norme specifiche. Il medico fruitore del servizio non è in misura alcuna responsabile verso il paziente della correttezza della refertazione proposta; il medico fruitore deve essere immediatamente informato di eventuali limiti tecnici che possano diminuire la sicurezza delle cure verso il paziente.

Viene messa a disposizione, presso FIMMG nazionale, una piattaforma destinata a alla registrazione di tutti i soggetti medici fruitori del servizio, medici erogatori della prestazione, soggetti erogatori del servizio e produttori di tecnologia affinché possano uniformarsi ai criteri descritti nel documento.

Se vuoi conoscere i costi di attivazione, i piani di personalizzazione e di start up dei nostri servizi di telemedicina cardiologica, compila il form indicando la modalità con la quali preferisci essere contattato

In alternativa chiama il ns servizio clienti al numero 800.983.903

Se hai delle domande di natura medico legale, clinica , tecnica o logistica, relativamente ai servizi di telemedicina cardiologica, compila il form e riceverai una risposta dai ns esperti.

In alternativa chiama il ns servizio clienti al numero 800.983.903